Google+ TBMT: 02/06/12

lunedì 6 febbraio 2012

Maledette zanzare - Simone Corà ***

Un altro ebook. 
Un'altra casa editrice piccola e agguerrita che non passa inosservata anche per la qualità con cui i suoi libri, cartacei e non come in questo caso, li confeziona.

Maledette Zanzare è la storia di una famiglia; quella di una solitaria Palude del padovano che, oramai soffrendo per questa sua condizione, genera due figli: Boccaccio e Beccolongo.
La ricetta è semplice, due ingredienti appena, quasi biblici: fango e …
Ma cos’è che fanno le famiglie, da sempre? Litigano!
Boccaccio e Beccolongo fratelli e coltelli (letteralmente) , rivali di una vita a cui sono stati portati da una madre che mai si manifesta ma comunque onnipresente nella loro esistenza e che, in qualche modo, soffre per loro.
Ma questa non è soltanto la storia dei figli della palude che si scontrano sul piano, sia fisico che ideologico, sul come sia meglio vivere: se restare legati alla propria natura, o fare che questa prenda il sopravvento e dia adito a una nuova stirpe di esseri che possano vivere nel mondo e perpetrare una nuova specie.
E’ il racconto di una vicenda a più colori i cui protagonisti, oltre ai su citati fratelli sono: due carabinieri dalle anime in costante contraddizione, l’Avventura (con la “A” maiuscola) di due anziane sorelle e del loro fucile, di Beatrice, vittima di un rapimento suo malgrado, e di Thomas causa del rapimento.
Due criminali male in arnese, i cui veri nomi sono celati dietro a pseudonimi che ricordano le famose tre scimmiette, e del loro capo di cui si tanto si parla ma che mai si palesa e un gruppo di ragazzi in gita sulle rive del lago che cercano di sfuggire con tutte le loro forze ai
“Mozztri”.
E intorno a tutte queste figure, sciamano, ronzano, pungono, le fastidiose e maledette zanzare il cui scopo è ben altro che la semplice molestia dei protagonisti.
Simone Corà redige una storia a più toni: alle volte ironica, esagerata, alle volte macchiettistica.
Una storia ben congegnata dall’inizio alla fine, il cui punto forte è proprio quello di saperne bilanciare le colorite caratteristiche senza per questo tradire personaggi o situazioni.
“Maledette zanzare” dunque, il cui titolo di “prova” come da confessione dell’autore sarebbe potuto essere un altrettanto spassoso “ I Mozzztri”, è un libro da leggere tutto di un fiato i cui personaggi non si dimenticano facilmente anche per la loro caratterizzazione così nitida. 

Maledette zanzare
Simone Corà
XII edizioni

Cardanica - Dario Tonani ****

Vi piacciono i libri eletrronici?
Sì, gli ebook di cui si sente tanto parlare in questo periodo, cosa ne pensate?
Certo, la carta è più fascinosa, più sensoriale. Non si può resistere al profumo di un libro nuovo, o alla densità della grammatura della carta sui nostri polpastrelli.
Ma l'ebook reader ha indubbiamente i suoi vantaggi: un certo risparmio sul titolo cartaceo e, da non sottovalutare, la possibilità di archiviare in uno spazio infinitamente piccolo intere biblioteche.
Ma la nascita del libro elettronico ha dato anche la possibilità di nascere a un mercato tutto nuovo (o quasi) dell'editoria digitale che da noi, in Italia, sta finalmente emergendo.
Sopratutto le realtà editoriali medie e piccole, sempre sperimentatrici in prima linea, si sono lasciate coinvolgere nella sifda dando la possibilità di essere conosciuto ad autori che altrimenti non troverebbero il giusto spazio o la giusta evidenza.

CARDANICA è un libro elettronico molto bello e meriterebbe che fosse conosciuto da più persone possibili.
Primo di una saga di quattro, attualmente pubblicata anche negli Stati Uniti, Cardanica è un racconto che racchiude in sé la forza del romanzo.
Quando iniziamo a leggerlo veniamo subito rapiti e immersi in una atmosfera realistica e palpabile che in pochi riescono a restituire in così poche pagine.
La vicenda di Cardanica si svolge su Mondonove, un pianeta arido e velenoso, i cui abitanti hanno focalizzato la loro attenzione sulla creazione di una tecnologia basata sulla meccanica e la carpenteria, e sono ancora ben lontani dal dominio sull’elettricità.
Eppure Mondonove è un pianeta prospero di vita, con città separate da vasti deserti e collegate tra loro grazie a imponenti veicoli a ruote, veri e propri bastimenti, governati da equipaggi numerosi come fossero vere e proprie navi.
La Robredo è una di queste, un vero gioiello della tecnologia ma che, novello Titanic, si troverà a insabbiarsi e a eseguire le procedure di emergenza. Solo un piccolo modulo di emergenza, uno pneumosnodo elemento tecnologico che sembra possedere una propria coscienza,  si stacca dalla nave madre con a bordo, e forse prigionieri, due ufficiali che vengono accolti da una voce meccanica: “Benvenuti a bordo. Il mio nome è Cardanic. Non cercate di interagire. Sono solo un cilindro musicale. Per servirvi. Au revoir”
Da qui in poi inizierà il viaggio dei due ufficiali, il “Guardasabbia”  e il comandante in seconda della Robredo, isolati dal resto del mondo e sempre in bilico tra paura e ossessione.
Dario Tonani è meritatamente considerato come uno dei principali protagonisti dello scenario fantascientifico italiano; i suoi titoli vengono pubblicati sia in Italia che all’estero riscuotendo il giusto successo.
“Short is more” è lo slogan della casa editrice “40k” (Fortykey) che pubblica, esclusivamente in formato elettronico, l’intera “quadrilogia” di Mondonove composta, oltre che da Cardanica, “Robredo”, “Chatarra”, "Afritania" e che gli dedica una pagina esclusiva sul proprio sito: http://40k.it/mondonove/.
 
Infine: a chi suonasse familiare il nome “Cardanica” esso è da ricondurre a Girolamo Cardano, studioso matematico del sedicesimo secolo, la cui vita avventurosa e travagliata lo portarono a scrivere trattati sulla sistematica della probabilità e sul come barare efficacemente al gioco degli scacchi.
Naturalmente i suoi contributi più importanti sono: la sospensione cardanica consistente in tre anelli concentrici collegati da snodi, in grado di ospitare una bussola o un giroscopio, garantendo la libertà di movimento dello strumento e il giunto cardanico; dispositivo che consente di trasmettere un moto rotatorio da un asse a un altro di diverso orientamento al quale evidentemente si è ispirato l’autore per la tecnologia di Mondonove.

Sì, lo so, sono un saputello fastidioso.


Cardanica
Dario Tonanni
40k