Google+ TBMT: 06/19/12

martedì 19 giugno 2012

Secret Invasion - Panini Comics- Marvel Italia ****

Maschere o pigiami.
Mutandoni e superpoteri.

Schiaffi e onomatopee.
Sì, lo ammetto, mi piacciono i supereroi.
E il fascino di una invasione aliena con tanto di sostituzioni e sosia è stato irresistibile.

Per alcuni si è trattato dell'ennesimo espediente per una scazzottata tra super personaggi che hanno lasciato da parte i loro super problemi.
Vorrei però ricordare che l'intento del marvel universe, nella mia modestissima opionione, era almeno per alcuni personaggi, quello di creare delle soap-opera con superpoteri.
L'uomo ragno non era altro che Happy Days con un tizio in costume.
E se a un certo punto Richard Cunningham si fosse rivelato uno skrull credo che la trama, anzi ne sono arcisicuro, ne avrebbe giovato eccome!
E poi diciamocelo, se l'antipatico roscetto avesse vestito i panni di un supereroe, magari se fosse stato lui Spiderman, non credete che Fonzie non sarebbe mai e poi diventato il protagonista della serie?
Sì, me lo immagino: Ricky come Spiderman, la mamma e il papà come i coniugi May che non sanno nulla di nulla della sua doppia vita. La sorella che sospetta ma non capisce e infine lui, Fonzie, colui con cui il nostro eroe divide il suo segreto e che, per  questo, sarà sempre il "secondo" nel cuore degli spettatori.

Secret Invasion non è la solita scusa per leggere amici che poi diventano nemici e alla fine ridiventano amici, no.
Secret Invasion è un crossover che ha Sconvolto ogni personaggio della casa delle idee andando a colpire proprio lì, dietro la maschera dove si nasconde la fiducia che riponiamo nei nostri eroi.

Ti svegli un mattino e scopri che tutto quel conoscevi ti è stranamente poco familiare.
Eppure ogni cosa è ancora al suo posto: la sveglia sul comodino i calzini lasciati a terra a languire sul pavimento dalla sera prima. Allora cos'è questo senso di straniamento e di improvvisa urgenza che ti assale?
Accendi il televisore e i notiziari ti dicono che il momento è arrivato, che l'invasione a cui devi prendere parte è appena iniziata e d'improvviso ricordi chi sei.
Sei un soldato, un agente dormiente inviato sulla Terra dall'impero Skrull per partecipare alla conquista della terra che da sempre vi è stata preclusa e che oggi, dopo anni di silenzio, si è risvegliato per riprendere il suo ruolo.

La trama, insomma, è presto detta: l'imperatrice degli Skrull, Veranke, decide di far partire l'invasione al pianeta Terra, ritenuto dagli Skrull la loro Terra Promessa.
Gli Skrull sono una razza dell'universo Marvel con la capacità di mutarsi in chiunque vogliano. Scoperta la "formula" che concede loro di mutarsi senza essere scoperti, partono alla conquista del nostro pianeta sostituendosi a qualsiasi individuo.
Supereroi, politici, presidenti, cantanti, persone comuni, chiunque può essere stato sostituito da uno skrull dormiente pronto a entrare in azione al segnale della regina.

La storia si è svolta attraverso una mini principale di otto episodi, coinvolgendo tutte le testate della Marvel e solo leggendo tutto, o quasi, si può avere un'idea della portata dell'evento.
Riduttivo infatti,  sarebbe leggere i soli 8 albi in cui si svolgono gli eventi principali. Nel complesso la storia potrebbe apparire semplice ma grazie ai numerosi tie-in e fill-in (cioè gli episodi della storia in cui sono coinvolti altri personaggi) costruiscono un quadro complesso e multisfaccettato dell'evento con conseguenze importanti nella continuity marvelliana.
Da Pantera Nera passando per i Fantastici Quattro, da Iron Man a l'Uomo Ragno, nessuno è stato risparmiato dal sospetto di essere, o di avere vicino uno Skrull.
Senza stare a cercare spiegazioni "alte" e a riflettere sul fatto che quel che leggiamo è, senza dubbio, lo specchio dei tempi, mi limiterò a dire che questa è stata una buonissima lettura.

In fondo, di chi tipotresti fidarti in un mondo in cui non ci si può fidare più nemmeno di se stessi?

Con una campagna mediatica virale la Marvel promosse il crossover come fosse un evento reale, con poster spot pubblicitari e così via.

Sì, credo che Ricky Cunningham avesse il giusto potenziale per divenire un eroe dai grandi poteri e che, forse, ma nemmeno poi tanto, se il suo personaggio è stato cancellato dalla serie è stato per colpa di Arthur Fonzerelli primo skrull ad apparire in pubblico e in tv.

E comunque ricordate che: "Lui vi ama!"







Secret Invasion
Brian M. Bendis
Panini Comics