Google+ TBMT: 01/21/13

lunedì 21 gennaio 2013

Piccole confessioni

Non che debba interessare qualcuno, ma ho delle piccolissime ammissioni di colpa da fare.
Certo in un precedente post ho spiegato che questo blog non costituisce e non vuole farlo in alcun modo, fonte di sfogo. Ma il passaggio di canzoni melense, per di più ripetuto, in questa bigia giornata di gennaio mi spingono nella direzione dell'apertura morale.
Ecchissenefrega, diranno alcuni, e in effetti come dargli torto?

L'ultima -l'unica- volta che mi sono confessato in senso biblico fu nei giorni precedenti la comunione in quel rito -peraltro osceno per un ragazzino otto anni- in cui si confessano davanti al dio le proprie malefatte.
Dissi perciò al prete che avevo davanti che:
  1. Avevo detto le parolacce
  2. Ogni tanto rispondevo male a mamma
  3. E che Fabiana mi aveva suggerito la formula dell'area del trapezio (che ancora ricordo: A=(B+b)xh/2).
Naturalmente omisi che:
  1. Ordivo complesse trame per rendere mio fratello colpevole di qualsiasi cosa -anche se lui bastardo lo era davvero!
  2. Avevo mangiato del sale -molto-molto sale- per vomitare e non andare a scuola
  3. Quel giorno che ero rimasto a casa, la carta igienica bagnata l'avevo tirata io in testa al macellaio (dal quinto piano!)
Ordunque eccomi all'apertura morale del nuovo millennio; i peccati, o meglio le ammissioni di cose o fatti cui mi sono macchiato negli ultimi mmmh quindici anni:
  1. Zia, non ho finito di leggere Oliver Twist. C'era da scegliere tra un orfano piagnone e un soldato di ventura capisci...
  2. Sono pesci ascendente gemelli, spero davvero che questo non sia un problema
  3. Sono un fifone ma fingo -molto bene- di non temere nulla. Così dico almeno.
  4. Non è vero che ho letto tutto il Diario di Laura Palmer. Quello che ho letto era un estratto che regalavano son TV Sorrisi e Canzoni. 
    Pagine peraltro che mi aveva prestato Caccola (l'allora migliore amica di Muglierema); a casa nostra girava Tele Sette.
  5. Le mie frasi iniziano tutte -sempre- con il NO, ma questo non significa che non sappia dire di SI'. Certo l'affermazione, nel mio caso, è sempre una rarità. 
  6. Non è che voglia avere sempre ragione. Ce l'ho! Almeno per me.
  7. No, non ho visto tutti quei film fichissimi di cui mi parlate ma ho visto i trailers! Per questo sembra che ne sappia sempre qualcosa.
  8. Le minestre di mia madre hanno tutte lo stesso sapore. Per carità sono buone ma preferirei una bella lasagna... molto unta.
  9. Il ciocorì è più buono del biancorì. 
    Le galatine sono una droga.
    Però non mi piacciono i dolci.
    La mia vicina di casa ha per davvero un piede bionico.
  10. Twitto. Ma non ho ancora capito come funziona!
Finito.
Oppure no?
In effetti l'elenco sarebbe molto più lungo, ma non ho tutto questo tempo a disposizione.
Posso però aggiungere che quella copia de La Storia Infinita non era casualmente scomparsa e che ce l'avevo messa proprio io in quello scomparto della roulotte.

Buona giornata e buona confessione a tutti.