Google+ TBMT: 05/02/13

giovedì 2 maggio 2013

Il grande Gatsby - F. Scott Fizgerald ****

Si dice che Gastby sia ricco sfondato.
Si dice che abbia fatto soldi in maniera losca ma anche no. Però sembra abbia frequentato Oxford e che per questo sia bene educato.
Forse però deve
la sua fortuna al contrabbando di armi o a qualche altro traffico illecito, chissà.
Si mormora persino che abbia ucciso un uomo, in quali circostanze tutti lo ignorano.
Ma chi è veramente Jay Gatsby?
E quanto si spettagola alle sue spalle? Come può permettersi quella casa enorme, una nutrita servitù e di dare sfrenate feste ogni sera?
E chi sono tutti quelli che partecipano a queste feste? Invitati certo, ma anche amici di amici, imbucati, perfetti sconosciuti o semplici scrocconi.
Gatsby inoltre possiede un idrovolante. Che uomo bizzarro.
Dunque, chi è Gatsby e perché è grande?
Di certo non è il protagonista del libro a lui intitolato.
Cioè si parla di lui ma non è con lui che il libro si apre e si chiude.E' il suo vicino di casa, Nick Carraway -l'unico ufficialmente invitato ai party- a parlarci attarverso le pagine del romanzo di quest'uomo apparentemente eccentrico ma che poi, alla fin-fine, tanto strano non è.
Bella faccia, sorriso franco, onestà che trasuda da ogni poro.
Ecco chi è Jay Gatsby. Un uomo che rifugge la folla mescolandosi ad essa, che fa di tutto per farsi notare ma che si cela agli sguardi.
Che stia cercando qualcosa, o qualcuno?
E Nick affascinato da quest'uomo misterioso ma non tenebroso, che nasconde sotto gli occhi di tutti il proprio passato, verrà disvelarsi il mistero così, con onestà e franchezza senza tumulti o sorprese fino a divenire, nonostante tutto, il più grande amico di Gastby.

Che storia sarebbe questa? Non c'è una storia d'amore? Uno scandalo, un incidente, un rapimento alieno? Non c'è niente di interessante in questo racconto?
A parte l'esorapimento in questa storia troviamo tutto: l'amore dato a senso unico, l'amore perduto e ritrovato e la distorsione degli animi.
Distorsione della vita, di gente danneggiata e sbadata che rompe cose e persone per poi rifugiarsi nella noncuranza lasciando che siano gli altri a ripulire lo sporco che lasciano.  


Il grande Gatsby 
F. Scott Fizgerald
Qualsiasi edizione 



Elettronico:            Di carta: