Google+ TBMT: 03/17/14

lunedì 17 marzo 2014

Oggi va così.

A dire il vero è più di qualche giorno che le cose girano in questo modo e io le lascio andare.
Vuoi per pigrizia, vuoi per stanchezza, vuoi perché le cose da fare sono sempre di più e la voglia di farle sempre meno...
Insomma vuoi quello che ti pare concludo poco, ovunque. Aggiungiamoci un altro vuoi: la primavera incipiente et voilà le abbiamo messe tutte.
Oggi ho deciso di condividere il link a un racconto -mio- pubblicato dalla rivista on line storie di Leconte editore.
Si tratta di un cosa brevre -giuro- scritta in grande e per niente difficile.
Il titolo C'è Vita, lo si capisce leggendo il racconto ma forse c'è bisogno di un piccolo inquadramento.
La storia che, bontà vostra, andrete a leggere si svolge in un giorno qualunque sul pianeta Marte. Ma non il rosso pallettone arido e scabro che conosciamo, no. Si tratta di un pianeta terraformato,  a cui gli umani si sono adattati e dove si può andare a passeggiare e fare trekking.
Non aggiungo altro; non c'è da aggiungere altro anche perché rischierei di raccontare verità che sono solo nella mia testa  -non per questo meno vere- ma che di certo non trovano riscontro nella storia che vi offro.

Per commenti lasciate pure due righe qua sotto.