Google+ TBMT: 05/10/15

domenica 10 maggio 2015

La morte della pizia - Friedrich Dürrenmatt ***½

Chi sono io?
E a te che te frega?
Non lo vedi come sono messa?
Costretta a starmene seduta su questa sgabello a tre zampe con indosso solo 'sti straccetti da due soldi a sorbirmi i piagnistei di quelli che vogliono sapere cosa gli riserva il domani.
Dice - lui dice - che questa palandrana rossastra - colore che mi sbatte contro sta pelle chiara da vecchiarella che mi ritrovo - è la divisa e che la dobbiamo indossare e che se non ci agghindiamo in questo modo siamo difficilmente riconoscibili.
Ma agghindarsi di cosa - dico io - son talmente vecchia che mi scrocchiano persino le palle degli occhi e starmene qui, assisa tra i vapori non fa di certo bene ai miei reumatismi.
Eeeeh però lui insiste e usa la motivazione universale che fa muovere il mondo "Ricorda Pannikis, so soldi!"