Google+ TBMT: Shining - Stephen King *****

lunedì 23 gennaio 2017

Shining - Stephen King *****

Mammamia  che paura!
Per fortuna che faccio le scoregge silenziose sennò sai che fuggi-fuggi qui intorno.


Shining fa un sacco paura.
Giuro.
Ma non nel finale.
È l'attesa a mettere ansia. Il tempo che scorre inesorabile, le visioni, i fantasmi!
Eh già. Perché questa è una storia anche di fantasmi e di follie, di solitudini, di occasioni mancate, di frustrazioni.
La storia di una famiglia con un padre e le sue ambizioni mancate, di un figlio con un dono particolare e di una madre che cerca di raccapezzarsi in tutto questo cercando di tamponare ogni ferita.
Poi ci sono l'avventura e il mistero a condire il tutto; a parlarci della condizione umana e di come si possa fallire scivolando nel buio.
Sono i demoni che ci portiamo dentro a cercare di piegarci ogni giorno ed è cedendo a loro che si combinano i guai.
Poi c'è il finale, e lì il tempo riprende a muoversi in avanti, a rincorrere l'epilogo, a mettere una qualche fine alla storia. Un finale a là King se vogliamo, dove c'è sempre qualcosa nell'ombra a minacciarci.

È scontato fare un confronto tra il libro e il film di Kubrick.
Allora sarà meglio evitarlo.
Sono due prodotti profondamente differenti sia nell'incedere delle vicende, sia nella caratterizzazione dei personaggi che degli ambienti e persino nelle motivazioni.
Il libro però fornisce alcuni spunti che nel film non rimangono del tutto chiari.

Shining
Sthephen King
Bompiani



Leggetelo!